Le bellezze di Boma Road

Boma Road

Boma Road, che parte dalla rotatoria della Clock Tower, è un micromondo.

Boma Road è in assoluto la via dove il turista mzungu è maggiormente afflitto dai procacciatori di clienti per le compagnie di safari e dai venditori ambulanti, ma è anche la strada in cui si può gustare un caffè espresso di qualità, magari accompagnato da una fettona di torta al cioccolato glassata e alta dieci centimetri;), ed è la strada che porta al Museo di Storia Naturale.

Boma Road

Vale davvero la pena di fare una visita a questo museo che è diviso in diverse sezioni tra le quali la più interessante è quella dedicata all’evoluzione umana. In Tanzania i coniugi Leakey, kenioti di nazionalità, hanno fatto scoperte strabilianti per quanto riguarda l’evoluzione: con reperti, foto, ricostruzioni e pannelli si viene accompagnati in questo viaggio a ritroso, ai tempi in cui eravamo ancora ricoperti di pelo e muovevamo i primi passi su due zampe.

La sensazione che si prova è impagabile.

Prima di arrivarci si passa attraverso corridoi e stanze piene di info sulla flora e la fauna molto ben documentate e corredate da spiegazioni esaurienti.

Insomma, perché perdersi questa occasione se si resta ad Arusha qualche giorno? Oltretutto il museo è stato allestito all’interno di un vecchio boma, costruzione amministrativa edificata dai tedeschi in epoca coloniale…

altro pezzo di storia della Tanzania per non dimenticare, anche se i due punti di vista sono diametralmente opposti.

Il leone