IL BAO

Il Bao è un gioco da tavolo molto popolare nella cultura Swahili, non solo tanzaniana, in particolare sulla costa e a Zanzibar.

La parola BAO in Swahili ha diversi significati. Il primo è ‘plancia di gioco’, ma anche ‘obiettivo, punteggio’ e ancora e sorprendentemente ‘tavola dell’indovino’. Questo gli conferisce quel qualcosa di magico che spiegherebbe l’amore che i tanzaniani riservano a questo gioco.

Si tratta di un gioco di strategia e probabilità che si sviluppa in tre tempi ed ha regole molto complicate.

Antico Bao Sukuma

La plancia di legno è composta da 4 file di 8 buche ciascuna. I due giocatori si posizionano frontalmente dalla parte del lato lungo della plancia. Sono necessari 64 SEMI per giocare, chiamati KETE, 32 a testa, ed hanno una rigida disposizione iniziale.

Alcune buche sono speciali e hanno nomi particolari, come la NYUMBA, ‘casa’ in swahili, che di solito ha forma quadrata.

Lo scopo del gioco è svuotare la fila interna dell’avversario con una serie di mosse divise in fasi, fino al raggiungimento dell’obiettivo da parte di uno dei giocatori.

Data la complessità delle mosse, esiste una versione semplificata per principianti.

Il Bao fa parte dei MANCALA, i GIOCHI DI SEMINA, che hanno un’origine molto molto antica.

In Tanzania è stata creata la CHAMA CHA BAO o Società del Bao, che ha lo scopo di promuovere il gioco nel paese.

I tornei, nazionali e internazionali, si tengono a Zanzibar e i maestri, BINGWA o FUNDI, sono tenuti in altissima considerazione.

In città come Tanga sono numerosi i MASKANI, dimore, luoghi dove di solito ci si ritrova per riunioni conviviali, frequentati esclusivamente da uomini che vi si recano verso la fine del pomeriggio proprio per giocare a Bao. Si tratta di capanne il cui tetto è sostenuto da pali e, all’interno, dei tronchi di cocco vengono usati come banchi di gioco. Di solito l’atmosfera è allegra e la conversazione brillante, comprese le battute scherzose.

Questo non significa che le donne siano escluse dalla competizione, ma è sicuramente una forma di intrattenimento più marcatamente maschile.

Io ci sto provando: ovviamente non ho raggiunto nemmeno il livello principiante, ma sono fiduciosa.

https://www.spaziosafari.com/natura/2019/05/29/limpala/