La musica Taarab

LA MUSICA TAARAB

Il Taarab è un tipo di musica di origine araba che si è diffuso il secolo scorso a Zanzibar per opera dell’allora sultano. Tutto è cominciato quando questo sultano ha invitato a corte un gruppo di musicisti egiziani, dando così vita al genere musicale più diffuso da allora in poi.

Antico forte arabo, Stone Town

Da Zanzibar si è in seguito spostato sulla costa tanzaniana e non solo.

È una musica coinvolgente che combina strumenti provenienti dalla cultura araba come il qanun e l’oud con violini, chitarre, fisarmoniche e diversi tipi di percussioni.

La parola Taarab significa ‘agitarsi’ e questo a me fa pensare alla danza, elemento onnipresente in Tanzania e, ho ragione di credere, in tutta l’Africa.

Ma come funziona? Il solista, o la solista, inizia il suo canto mentre il coro segue durante il ritornello.

La caratteristica più singolare è la mescolanza di queste musiche di origini lontane con testi in lingua swahili, molto poetici, che parlano di amore e di vita locale.

I concerti che si tengono a Zanzibar sono eventi molto mondani, soprattutto per le donne, che colgono l’occasione per fare sfoggio di vestiti ed acconciature. E non è finita qui. Se una delle signore del pubblico vuole manifestare il suo apprezzamento al cantante o a uno dei musicisti, si fa avanti danzando per offrirgli un premio, una sorta di gratifica in denaro. Sono momenti molto esclusivi, intimi in un certo senso. Fanno parte di quel fascino sottile ed elegante che contraddistingue le donne zanzibarine.

Io amo molto questo genere di musica, mi appassiona e mi trascina. È lontano da ciò a cui siamo abituati, ma è come se mi incitasse alla danza, come se riuscisse a tirare fuori il ritmo che c’è dentro di me.

Ascoltate il brano che ho scelto per voi: sono sicura che ne rimarrete entusiasti.

STONE TOWN