La giraffa

giraffa

giraffagiraffaSono tantissimi e spettacolari gli animali che popolano e scorrazzano nelle savane e nelle riserve tanzaniane, quindi è molto difficile scegliere a chi dare la priorità.

La giraffa è tra i più singolari, a partire dalle sue misure: fino a 5 metri di altezza e un peso proporzionato e vicino, per eccesso o per difetto, alla tonnellata.

La giraffa sembra tranquilla, soprattutto quando vi guarda dall’alto al basso mentre sta masticando un ciuffetto di foglie.

Non potrebbe essere un’affermazione più falsa. È costantemente all’erta per timore di essere attaccata da qualche predatore. I leoni Il leone la apprezzano molto, ma ne sono anche intimoriti perché sanno che lei utilizzerà tutto quanto in suo possesso per schivare un incontro ravvicinato. Ha udito e olfatto finissimi e in caso di attacco usa un’arma micidiale: assesta calci che possono essere letali.

giraffaIl momento in cui è più esposta è quando beve perché non può piegare il collo a sufficienza a meno che non divarichi le zampe anteriori ed è anche il momento in cui è più guardinga per la consapevolezza della sua vulnerabilità. Pensate che dorme in piedi ed è molto raro vederla seduta: succedo solo ed esclusivamente quando si sente completamente sicura, cioè quasi mai.

Per il resto la giraffa si aggira brucando di acacia in acacia

La sua lingua, dal caratteristico colore blu, è spugnosa e le consente di non ferirsi con le spine di queste piante.

Il mantello è pezzato con diverse tonalità e per riconoscere velocemente se siamo davanti ad un Adamo o ad una Eva bisogna guardare i due piccoli corni che hanno sulla testa: se sono pelosi è femmina, se sono nudi è maschio.

A proposito dei maschi, ci tengono molto alla forma fisica e praticano uno sport chiamato necking che consiste nel tirarsi colpi di collo. È legato all’affermazione nel gruppo e non comporta in generale gravi conseguenze. Solo di rado uno dei due contendenti muore con il collo spezzato.

Le sue impronte sono molto caratteristiche: ha due dita identiche in tutte e quattro le zampe.

Si tratta davvero di un animale insolito, elegante. Una curiosità: in swahili si chiama twiga ed è l’animale nazionale della Tanzania.

Galateo tanzaniano corso avanzato