Il leopardo piace a tutti: è bellissimo.

Vediamo di conoscere meglio il leopardo. Nasce con altri due fratelli o sorelle e rimane con la madre per circa due anni, fino alla maturazione sessuale. Il papà, dopo aver lottato furiosamente con altri maschi per conquistare la mamma, scompare e torna nella sua solitudine.

Maschi e femmine sono differenti in peso e lunghezza, ma hanno entrambi una caratteristica lunga coda che serve a tenersi in equilibrio quando salgono sugli alberi aiutati dai potenti artigli. È il posto più comune dove poterlo avvistare. Di solito si nota la sua coda penzoloni e la preda sul ramo adiacente: è il suo modo di difendere il cibo dagli altri predatori. In assenza di pericoli può decidere di rimanere a terra.

È un cacciatore inesorabile: le zampe robuste e l’olfatto molto sviluppato sono altre due armi a suo vantaggio.

Gradisce carne di vario tipo come quella dei mammiferi erbivori, con una predilezione per l’impala, ma può adattarsi a cibarsi dei cuccioli degli altri grandi predatori come leoni e ghepardi e se vive vicino a corsi d’acqua diventa anche un buon pescatore.

Ha una tecnica di caccia molto propositiva: si accuccia nell’erba controvento e si avvicina furtivo e silenzioso. A circa due metri dalla meta si lancia sulla preda, la atterra e la soffoca prendendola alla gola. Può anche appostarsi sui rami bassi degli alberi: in entrambi i casi la povera preda rischia grosso, ma se riesce a scappare può avere una chance. Il leopardo non la seguirà per molto e alla fine desisterà.

È uno dei predatori più spaventosi che si possono trovare in savana, ma è così riservato che è davvero difficile avere un incontro ravvicinato.

Il mantello del leopardo varia di colore a seconda della zona in cui vive, essendo adattabile a tutti gli ambienti.

La curiosità riguarda le macchie: hanno disegno e disposizione unici e vengono utilizzate da ricercatori e ranger per riconoscere gli individui presenti sul territorio. Incredibile!