L’albero delle salsicce

albero delle salsicce

Ce ne sono di piante strane e l’albero delle salsicce lo è davvero.

La Kigelia Africana è singolare ed è disseminata ovunque in Tanzania. Può raggiungere i 20 metri di altezza e ha bellissimi e profumati fiori rossi che vengono impollinati dai pipistrelli e da cui nascono i caratteristici frutti cilindrici, lunghi fino a un metro e dal peso considerevole che può raggiungere i 10 kg. Ciondolano dai rami e sembrano enormi insaccati. In realtà sono bacche e sono velenose, almeno per noi uomini.

Giraffe, babbuini, elefanti e facoceri, invece, ne sono golosissimi e se ne cibano. Poi, durante il secondo tempo della digestione, rimettono in circolazione nel terreno i semi di cui le bacche abbondano.

albero delle salsicce
L’albero delle salsicce

Per poterle assaggiare, noi dobbiamo essicarle o cuocerle. La cucina locale ne fa uso così come la medicina tradizionale, che attribuisce a questa pianta, o almeno ai suoi frutti, proprietà in grado di guarire diverse patologie come i reumatismi e i morsi di serpente, ma anche malattie decisamente più serie come la sifilide. Sembra siano utili anche per scacciare gli spiriti maligni e … per aumentare il volume del seno. Vero o no, esistono creme nel nostro mondo a base di estratti di Kigelia che servono a rassodare proprio la cute dei pettorali femminili.

Le sue caratteristiche estetiche portano le persone ad usarla a scopo ornamentale. Certo, è uno spettacolo vederla slanciarsi in un giardino, magari con il tramonto alle spalle, ma il consiglio è di non stazionarci sotto troppo a lungo: le bacche sono ‘appese’ ai rami da filamenti non particolarmente robusti e non si sa mai…

Il Baobab