Il concetto di tribù

Il concetto di tribù non è affatto facile da comprendere.

Gli antropologi non concordano sulle definizioni, figuratevi io! Mi ci sono arrovellata sopra un bel po’ prima di riuscire a vedere una luce alla fine del tunnel. La luce è fioca, ma tenterò ugualmente di trasmettervi dove la mia sensibilità e la mia esperienza in questo ambito mi hanno portata.

Una tribù è, basicamente, un gruppo di persone che condividono forme culturali e lingue, ma non si può liquidare la faccenda così rapidamente. Innanzi tutto le forme culturali riguardano sia le cerimonie e i rituali che i manufatti, lo stile di vita, le gerarchie interne, le credenze e le tradizioni come anche il territorio che fa parte integrante del significato di tribù, sia essa stanziale o nomade.

In Tanzania vive un numero spropositato di questi gruppi sociali, più di 120. Questo dato ci dà diverse informazioni. Quella fondamentale è che nessuna di queste tribù prevale sulle altre e i conflitti sono di conseguenza, e per fortuna, quasi del tutto assenti. Il secondo dato rilevante è che alcune hanno davvero pochi membri all’attivo, nondimeno mantengono le loro usanze.

Esistono tribù significative da un punto di vista numerico e le affronteremo nel dettaglio, ma cercheremo di dare spazio anche a quelle meno importanti perché interessanti da un punto di vista antropologico.

La quasi totalità delle tribù tanzaniane è di origine ‘bantu’, un gruppo etnico molto diffuso nell’Africa subsahariana, così come di origine bantu è la lingua nazionale, lo swahili, parlato da tutte le tribù, oltre alla loro lingua tradizionale.

Tra i gruppi NON bantu ce n’è uno famosissimo in tutto il mondo, quello dei Masai (o Maasai). Loro sono di origine nilotica, argomento che avremo modo di affrontare a tempo debito.

Un’altro concetto importante è che ogni tribù ha le sue ‘sotto-tribù’, cioè i clan, con piccole varianti rispetto alla congregazione ufficiale.

Questa sezione è dedicata alla scoperta dell’interessante mondo tribale tanzaniano, un’inesauribile fonte di sorprese, a volte molto curiose e sicuramente lontane anni luce dalla nostra struttura mentale, ma sempre affascinanti.

https://www.spaziosafari.com/arusha-diary/2018/05/06/come-spostarsi-in-citta/