Galateo tanzaniano corso base

GALATEO TANZANIANO CORSO BASE

Per affrontare ciò che si definisce galateo tanzaniano ci vorrebbe un libro intero. Io cercherò di condensarlo in due articoli: corso base e corso avanzato. Cominciamo dai saluti.

Innanzi tutto bisogna sottolineare che non esiste in lingua Swahili una forma di cortesia che corrisponda al nostro ‘lei’. Si danno tutti del tu, ma non pensiamo neanche per un istante che questo semplifichi la faccenda. Anzi. Il darsi del tu cozza con la formalità dei loro rapporti personali e l’importanza che la piramide sociale ricopre all’interno della comunità.

Un pilastro di questa comunità sociale è rappresentato dagli anziani, in famiglia e fuori.

L’anziano è il depositario della saggezza poiché ha vissuto più a lungo ed ha accumulato esperienza. A lui sono riservati saluti speciali che mostrano riverenza e riguardo, saluti che vengono presi in prestito anche per gestire i rapporti con i superiori o con chi ha posizioni economiche o di altro tipo di una certa importanza. Insomma, il rispetto è il concetto base dei rapporti sociali, soprattutto per quanto riguarda la differenza di età.

Tra pari, invece, la questione si fa più semplice in termini di formalità, ma resta ugualmente complicatissima per quanto riguarda il numero di scambi verbali che precedono l’argomento vero e proprio della conversazione.
Tutto ciò ha una spiegazione molto semplice: un tanzaniano non affronterà mai frontalmente nessuna tematica, la aggirerà per non sembrare scortese. In quest’ottica l’oceano di saluti e convenevoli che introduce il dialogo appare chiaro e obbligatorio.

https://www.spaziosafari.com/usi-costumi/2018/06/02/galateo-tanzaniano-corso-avanzato/